Stampa questa pagina

Escursione a Monte Amiata (1738 m) da Prato le Macinaie

Scritto da Mercoledì, 06 Agosto 2014 00:00

Premessa: Un territorio ancora troppo poco conosciuto nei suoi elementi naturalistici, il Monte Amiata è un rilievo di origine vulcanica sulle cui pendici si estende una delle più grandi faggete del centro Italia. Salire alla Vetta del Monte Amiata è un'escursione facile adatta anche ai bambini che regala l'incontro
Caratteristiche del tracciato:  Abbondante sentieristica su tutta la montagna, il percorso si snoda tuttavia su piste da sci cosa che chiaramente costringe l'escursionista a salire solo durante il periodo estivo quando le piste sono percorribili a piedi.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare:

    Da Arezzo si può utilizzare l'autostrada A1 fino all'uscita Valdichiana per proseguire in direzione Pienza quindi proseguire seguendo le indicazioni Abbadia San Salvatore. Senza entrare in paese proseguire per le indicazioni Vetta del Monte Amiata e di seguito Prato le Macinaie.

    Da Roma per la Strada Statale 2 (Cassia) fino al Km 147 all'altezza di Ponte a Rigo si svolta in direzione Piancastagnaio. Si entra e si oltrepassa il delizioso paese di Piancastagnaio e si prosegue per la Vetta di Monte Amiata e di seguito Prato le Macinaie.

  • Descrizione Percorso:

    Il percorso parte davanti all'Albergo Le Macinaie in località Prato Le Macinaie. Davanti all'albergo è possibile parcheggiare comodamente. Si attraversa la strada fino al piccolo edificio della seggiovia. L'edificio si trova inserito molto bene sotto ai faggi. Si gira sulla destra dell'edificio individuando la prima pista da sci. Ci si tiene sulla sinistra al primo bivio circa 100m dopo l'edificio della seggiovia si tiene ancora la sinistra. Quindi si comincia a salire sul pendio erboso. Tenendo la destra della pista da sci si arriva a passare sotto la seggiovia. Proprio in prossimità del punto di incrocio della seggiovia con la pista da sci si può seguire il percorso nel bosco sotto la seggiovia. Molto suggestivo. Gli alberi formano una specie di cattedrale che si chiude sopra la seggiovia. Si segue la seggiovia fino in vetta. Alla stazione superiore della seggiovia si prosegue per induitivo sentierino fino alla Croce Monentale.

    E' possibile scendere sul versante orientale della montanga per il sentiero della “via crucis” in un ambiente molto suggestivo di rocce megalitiche e faggi secolari.

    Da visitare anche il monumento (molto moderno) della Madonna degli Scouts posto sull'anticima della montagna fra enormi massi di materiale lavico.

    Il ritorno per la stessa via.

  • Varianti e Alternative:

    Sono infinite le carianti e le possibilità escursionistiche a questa interessante montagna lasciamo all'escursionista l'esperienza di trovare una propria personale interpretazione del territorio.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Antata e Ritorno
  • Difficoltà: E- = Escursionisti -
  • Note su Impegno e Difficoltà: Nessuna particolare difficoltà lungo le pisete, impegno fisico modesto. L'escursione è adatta ai bambini dai 5 anni in su.
  • Adatto ai Bambini: Fascia 5-7 anni
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 2.30
  • Lunghezza (Chilometri): 3.40
  • Dislivello Lineare: 370
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 390
  • Cime o Quote Raggiunte: Monte Amiata (1738)
  • Luoghi Particolari:

    Madonna degli Scout

  • Centri Visita e Strutture Ricettive:

    Hotel Monte Amiata e Risotrante Le Macinaie dove è possibile mangiare meravigliosamente e soggiornare per più giorni.

  • Condizioni della Segnaletica: Non necessaria
  • Bibliografia:

    Fotografie: di Giorgio Carrozzini

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Escursione a Monte Amiata in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 11007 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Settembre 2018 14:01

Galleria immagini

Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.