Set da Ferrata: dissipatore, longe e moschettoni...

Scritto da Giovedì, 14 Giugno 2012 00:00

Un set da ferrata è costituito da un dissipatore, due longe di corda o di fettuccia alle estremità delle quali sono saldamente legati due moschettoni con ghiera.

Il dissipatore viene da una parte agganciato all'anello anteriore dell'imbragatura mentre negli anelli del dissipatore stesso si fa passare la  corda che va a costituire le due longe non più lunghe di 1 metro.  
Un set da ferrata è ormai un tipo di attrezzatura alpinistica di cui si trovano in commercio vari modelli completi.
Un set da ferrata è costituito da un dissipatore, due longe di corda o di fettuccia alle estremità delle quali sono saldamente legati due moschettoni con ghiera. Il dissipatore viene da una parte agganciato all'anello anteriore dell'imbragatura mentre negli anelli del dissipatore stesso si fa passare la  corda che va a costituire le due longe non più lunghe di 1 metro. La corda di cui sono costituite le longe  potrà avere un diametro, a seconda delle necessità, dagli 8 ai  10 mm di diametro.

La domanda che viene naturale è: a cosa serve esattamente un set da ferrata?

In primo luogo il set da ferrata consente, a chi lo indossa congiuntamente ad una buona imbragatura, di non sganciarsi mai dai cavi d'acciaio permanentemente infissi nella roccia. Infatti qualora procedendo lungo la via si giungesse in prossimità di un chiodo sarà sufficiente sganciare un solo moschettone alla volta scavallando il chiodo e di seguito continuando a far scorrere i due moschettoni lungo il cavo d'acciaio.  Naturalmente qual ora di dovesse accidentalmente perde la presa o scivolare il set da ferrata ha lo scopo di evitare la caduta nel vuoto.

Ma come funziona esattamente il set da ferrata?

moshettone_ghieraSi dimostra che in caso di caduta un individuo di peso medio cadendo da un'altezza di 5 metri produce una forza superiore ai 2000 kg (20 kN) ovvero una forza tale da rompere i moschettoni o le parti più fragili della corda (estremità o nodi).
In caso di caduta il dissipatore provvede a trasformare l'energia cinetica di caduta in calore. Infatti la corda, scorrendo all'interno degli anelli del dissipatore produce con il suo attrito un gran quantità di calore. E' così che quei 20 kN di forza peso si trasformano in non più di 5-6 kN.
Cadendo l'attrezzatura non viene eccessivamente sollecitata e/o danneggiata, possiamo se lo vogliamo continuare l'escursione.

Qualora non si voglia acquistare un set da ferrata ma si desideri realizzarlo autonomamente andrà posta particolare attenzione anche alla scelta dei due moschettoni posti alle estremità delle longe di corda. Esistono due possibilità.
La prima possibilità è quella di utilizzare due tipi di moschettoni a ghiera, il modello "Attack" è un moschettone a chiusura automatica, che solo al momento dell'impugnatura dello stesso il moschettone si può aprire, l'altro modello di moschettone è con la ghiera a molla, la ghiera si apre premendo verso il basso col dito indice sulla ghiera stessa. Essi stessi dovranno essere usati in due modi diversi: il primo modello può essere inserito nel cavo d'acciaio della ferrata direttamente premendo la barra di chiusura sul cavo stesso, mentre il secondo modello dovrà  essere opportunamente inserito con l'apertura verso l'alto nel cavo della ferrata. Questo per evitare che la ghiera a molla si apra in caso di caduta dell'escursionista. si tratta un modello più sicuro giacché evita l'apertura accidentale del moschettone, ma anche meno comodo in quando rende più complesso il moschettonamento alla via ferrata.
moschettoni_ordinariLa seconda possibilità, consigliata solo agli escursionisti ed alpinisti più esperti, è quella di utilizzare moschettoni ordinari senza ghiera che sono più veloci da utilizzare, ma sicuramente meno sicuri di quelli con ghiera.
Per tenere fissa la coda all'estremità più stretta del moschettone evitando che essa scorra disordinatamente lungo il moschettone è utile, benché non obbligatorio, utilizzare un accessorio in gomma che tiene ferma la corda in posizione sempre corretta.

Per approfondire:

Letto 14137 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Agosto 2018 13:28
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.