Sabato, 15 Dicembre 2012 09:40

The Fatal Game di Mark Whetu

Siamo nel 1994 (addirittura prima della grande tragedia di Aria Sottile) la guida neozelandese Mark Whetu e il suo ckiente Mike Rheinberger si sipingono sulla vetta del Monte Everest ma capiscono troppo tardi che si è fatto tardi. Mike Rheinberger dopo sei tentativi di conquista dalla vetta, ossessionato dalla sua conquista decide di proseguire.

Mercoledì, 10 Ottobre 2012 11:11

Big Stone, Linea Continua, Cold...

Il  sesto DVD del cofanetto contiene 3 shorts completamente differenti gli uni dagli altri e sono: “Big Stone, Linea Continua e Cold.

Di questi tre chiaramente non tutti potevano essere film d'eccellenza benché tuttavia i tre film convergono sull'idea della continuità.

Venerdì, 20 Maggio 2011 19:19

Il vento fa il suo giro - Giorgio Dritti

Il vento fa il suo giro - Giorgio DrittiSe un film riesce ad avere la forza trascinante di un libro. Di solito accade il contrario. Da un libro si crea un film, quasi ne fosse una costola naturale ed organica. Un prolungamento naturale.

Questo è un film ipnotico. Di montagna e di altro. Di tradimento, violenza, cattiveria, invidia, e bellezza che toglie il fiato come un orgasmo.
Mercoledì, 05 Settembre 2012 07:16

Au-delà de Cimes - Catherine Destivelle

Il docu-film su Destivelle...
Che dire perfetto... non è neppure un docu-film, non è certamente un film, è un modo completamente diverso di proporre la montagna, è semplicemente una relazione video.

Realizzato con una perizia e una tecnica cinematografica eccelsa. Fotografie perfette, pellicola perfetta, saturazione dei colori perfetti, inquadrature da mozzafiato. Scorci panoramici vertiginosi...

Venerdì, 24 Agosto 2012 15:33

Himalaya, l'infanzia di un capo - Eric Valli

Himalaya, infanzia di un capo, film ormai non proprio recente ha tutte le caratteristiche per essere quasi un film decontestualizzato, come fuori dal tempo.

Già, perché così sono i territori himalayani, fuori dal tempo e fuori dallo spazio... L'idea di un pellegrino che attraversa le montagne inchinandosi ogni passo avendo davanti l'immensità di un tragitto senza fine è quantomai significativo per questo spaesamento.

Giovedì, 13 Ottobre 2011 18:00

Survive - I sopravvisuti - di John Patterson

Non si capisce per quale motivo un registra come Francis Ford Coppola debba presentare un film come questo mettendo la sua reputazione in gioco per così poco... Stai li seduto bel bello sul tuo divano aspettando di sentire il pathos che sale su per le gambe ed invece da subito ti ritrovi impantanato nella soluzione finale del film.

Non si capisce per quale motivo un registra come Francis Ford Coppola debba presentare un film come questo mettendo la sua reputazione in gioco per così poco... Stai li seduto bel bello sul tuo divano aspettando di sentire il pathos che sale su per le gambe ed invece da subito ti ritrovi impantanato nella soluzione finale del film.