Monte Aquila - Anello Escursionistico

Scritto da Venerdì, 17 Agosto 2012 00:00

Premessa: Il Monte Aquila è una cima che, se conquistata durante l'inverno, con una copertura nevosa adeguata può regalare fortissime emozioni e paesaggi di vera alta montagna. Non è certo una montagna altissima (rispetto alle cime circostanti) e tecnicamente affatto difficile. Il giro escursionistico qui proposto rimane comunque degno di nota per impegno fisico.

Caratteristiche del tracciato: L'anello si svolge in parte su sentiero in parte su strada. Nei mesi invernali quando la neve copre i sentieri il percorso è individuabile dalla linea di cresta del Monte Portella e del Monte Aquila. Solo in caso di nebbia sulla sella del Monte Aquila sussiste la concreta possibilità di perdersi.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare:

    Per arrivare al Piazzale di Campo Imperatore, sia da Teramo che da Roma si percorre l'autostrada A24 (nota come Autostrada dei Parchi) fino al casello di Assergi. Usciti dal casello si gira a destra seguendo la segnaletica in direzione di Fonte Cerreto, Campo Imperatore e la funivia del Gran Sasso d'Italia. A Fonte Cerreto si può fare una sosta caffè, sono disponibili 3 bar aperti pressoché tutto l'anno. Dal piazzale di Fonte Cerreto si prosegue sulla SS17 in auto per 25 km fino al bibio di San'Egidio quindi girando a sinistra al bivio si sale al piazzale di Campo Imperatore e il più noto Albergo che ospitò Mussolini da prigioniero. Qui si lascia l'auto. Una valida alternativa nei mesi invernali (ma anche nei mesi estivi) è salire a Campo Imperatore con la funivia e da qui iniziare l'escursione.

  • Descrizione Percorso:

    Dal piazzale di Campo Imperatore si cammina in direzione dell'osservatorio astronomico quindi per segni evidenti che salgono al Rifugio Duca degli Abruzzi. Una volta giunti al Duca degli Abruzzi si percorre la cresta del Monte Portella verso oriente in direzione  del Corno Grande. Superati alcuni facili saliscendi il sentiero scende nettamente verso la Sella Del Monte Aquila. Superata la Sella si prosegue su tracce di sentiero per 200 metri fino ad un bivio. Al bivio si gira a destra lasciando il sentiero che conduce alla via normale del Corno Grande. Il sentiero risale in direzione del Monte Aquila piegando leggermente verso destra. Il percorso si fa leggermente più ripido fino alla vetta del Monte Aquila. Dalla vetta il panorama è davvero privilegiato: a est è possibile osservare quasi per intero la catena orientale del Gran Sasso (Monte Brancastello, Monte Prena e la lunga cresta che scende dal Monte Aquila fino a Vado di Corno); a ovest il Corno Grande ed il suo crinale meridionale e l'imponente spigolo Sud-Sud-Est (SSE).
    Notevole anche l'affaccio sull'altopiano di Campo Imperatore verso Sud e verso le campagne del Teramano verso Nord. Un paesaggio aereo uno fra i più ampi e stupefacenti. In questo senso la salita invernale può regalare un panorama di alta montagna con relativamente poco sforzo. E' una cima accessibile all'escursionista anche meno esperto.
    La discesa si svolge lungo la cresta del Monte Aquila che scende verso oriente fino a Vado di Corno. Una discesa intuitiva che non necessita di indicazioni. Tracce di sentiero presenti ma non ben definite. A vado di corno si imbocca il sentiero che ci conduce sull'altopiano di Campo Imperatore fino alla Strada Statale 17 che sale all'albergo. Quando la strada non è coperta di neve salire risulta semplice benché faticoso. Nei mesi invernali la strada è chiusa e coperta da imponenti strati di neve che ne rendono ancora più pesante la salita. In prossimità degli impianti si può abbandonare la strada e risalire a margine degli impianti di risalita (sempre che questi non siano in funzione in tal caso si deve proseguire lungo la strada). Un ultimo strappo in salita e ci ritroviamo al piazzale dell'Albergo di Campo Imperatore. Il giro è concluso.

  • Varianti e Alternative:

    Una via alternativa è quella che passa sotto al Monte Portella ma che ci fa rinunciare al percorso lungo il panoramico saliscendi che parte dal Rifugio Duca degli Abruzzi. Dall'osservatorio astronomico di Campo Imperatore si risale per 400 metri il crinale. A mezza costa troviamo il bivio di sentiero che conduce direttamente alla Sella del Monte Aquila. Da qui si procede come descritto.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Anello
  • Difficoltà: E+ = Escursionisti +
  • Note su Impegno e Difficoltà: Impegno fisico e tempi di percorrenza dipendono molto dalla copertura nevosa. Qui riportate le stime di percorrenza su terreno estivo. Solitamente i tempi di percorrenza su terreno invernale possono anche raddoppiarsi (a seconda dell'allenamento.
  • Adatto ai Bambini: Fascia 11-14 anni
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 5.30
  • Lunghezza (Chilometri): 10.5
  • Dislivello Lineare: 792
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 792
  • Cime o Quote Raggiunte: Monte Aquila (2494 m) e Vado di Corno
  • Luoghi Particolari:

    -

  • Centri Visita e Strutture Ricettive:

    Albergo di Campo Imperatore e Impianto della Funivia del Gran Sasso d'Italia.

  • Condizioni della Segnaletica: Tracce di sentiero molto visibili fin quasi in vetta al Monte Aquila meno evidenti nella discesa dal Motne Aquila al Vado di Corno. Linea di Cresta evidentissima. Strada Asfaltata per un breve tratto.
  • Bibliografia:

    "I 2000 dell'Appennino" di Alberto Osti Guerrazzzi - Edizioni Il Lupo - 2° Edizione

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Monte Aquila - Giro ad Anello in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 10071 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Settembre 2018 14:02
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.