slideshow_inverno_001
slideshow_inverno_002
slideshow_inverno_003

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:
Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;
Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

Carrozzini Giorgio

P.IVA 11280041002 - C.F. CRRGRG72L05H501C
Via Umberto Giordano, 70 – 00124 Roma - Tel. 06.50.91.42.91

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare. Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Maggio 2015

Martedì, 27 Maggio 2014 07:23

Non importa dove...

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

L'importante non è dove si arriva ma quanta strada si percorre per arrivarci. L'ho sostenuto per tanto tempo in forme diverse pensando, ad ermpio, che sarebbe stato intellettualmente disonesto salire su  certe cime avvalendomi della funivia.

Il Monte Gennaro è una cima non molto alta appena 1271 metri del gruppo dei Monti Lucretili. Questa cima oltre ad essere ai margini del Parco Reginale dei Monti Lucretili affaccia sulla grande pianura romana e nei giorni più limpidi è visibile da tutta Roma.
In inverno con la sua copertura bianca la sua presenza fa intuire la presenza delle ancor più alte montagne dell'Appenino Centrale.
Una montagna che ha per molti anni stimolato la fantasia di un bambino che percorrendo la Via Cristoforo Colombo la vedeva imbiancarsi ad ogni ciclo invernale.

Monte Gennaro va salito dal basso, è inutile ogni compromesso, inutile salire da Prato Favale per far la cosa meno difficile. Salire dal basso significa capirne la sua vera dimensione.

Questa volta non arriverò ai 2000 metri, no davvero, mi accontenterò di una cima scarsamente elevata.

Con Massimo e Fabio decidiamo che la domenica di sole sarà un ottimo momento per sviluppare un po' di fiato e indurire le gambe. Mi occupo del percorso, studio come al solito le fotografie satellitari di Google Earth e progetto una salita da Stazzano. Stampo qualche foglio e improvviso uno zaino.

Ma sono 7 mesi che non esco e nella mente ricominciano a formarsi i fantasmi e gli spettri. Ce la farò? Sarò fastidioso ai miei compagni d'escursione? La caviglia mi si gonfierò di nuovo... e...
Questa volta però sono determinato, ho proprio bisogno di scaricare un po' di tensione e tendo di non farmi dominare dai pensieri negativi.

La notte, come sempre accade prima di una salita, ho difficoltà a dormire. Mi sveglio ripetutamente tre forse quattro volte. E' noioso e non so che ore sono... sto li che aspetto, la sveglia ha un ticchettio più lento del solito...

Alle sei finalmente siamo in tre pronti a partire, il sole è già alto, come accade in estate. Fortuna la meta è “non molto lontana”.

Da Stazzano saliamo per una strada prima asfaltata e stretta e poi sterrata e confusa. Per certo dovevamo girare a destra per una sterrata ma qui di sterrate non ce ne solo e tutte quelle che girano sulla destra sono chiuse da recinzioni.

Entriamo senza volerlo in una proprietà privata, c'è un contadino che sta amministrando gli ulivi. Chiediamo scusa per esserci intromessi nella sua proprietà ma cogliamo anche l'occasione di chiedere informazioni su come ritrovare la strada per il Gennaro.

Dopo esserci smarriti fra i rovi e le ortiche finalmente riusciamo ad individuare un fosso che seguiamo fino in quota. Come non sappiamo ritroviamo per ben 2 volte la sterrata che taglia con una grande zeta il bosco del versante nord del Gennaro. Ma paradossalmente finiamo sempre per fare di testa nostra. Proseguiamo dritto per dritto lungo il fosso.

Massimo e Fabio sono una compagnia gioviale e scherzosa e nonostante i rovi riescono sempre a trovare qualche motivo per ridere. Alla fine una deviazione dopo l'altra, un'incertezza dopo l'altra riusciamo a definire una linea di salita, è la nostra linea.. forse un po' sconclusionata ma originale.

In quota finalmente troviamo il sentiero che conduce alle antenne e al vecchio casermone della funivia dismessa.
Fisicamente sono a pezzi, dopo oltre mille metri di dislivello mi sento completamente disfatto.
Mi sono fermato poco, ho bevuto ancora meno... ed i muscoli accennano a contrarsi in preda ai crampi. Percorro gli ultimi metri ansimando e fermandomi ogni 3 passi. Sono sfinito.

Si è vero, sono sfinito, 7 mesi di assenza dalla montagna hanno completamente cambiato il mio fisico. Tuttavia ora sono contento, contento di esserci e soprattutto di essere riuscito a salire contro ogni mia previsione.

La caviglia non si è gonfiata, il coraggio non mi è mancato, la voglia neppure è mancata. Tutto è andato come doveva e alla fine la cima è anche molto interessante e panoramica.

Conquistarla dal basso ha un valore ancora più importante, sento che questa conquista vale più perché raggiunta senza compromessi con me stesso. Senza mezzi termini oltrepassando un limite che solo la mia mente aveva posto in questi mesi.

Non importa quanto è alta la cima, importa se per guadagnarla fatichi o meno... Posso dire di essere contento di me stesso. E non ho rimpianti... non come tutte quelle volte che per pigrizia me ne sono rimasto a letto.

La cima si riempie velocemente di escursionisti che vengono da Prato Favale, ci sono uomini, donne, bambini e mi sembra di individuare anche il gruppo di Four Seasons, li conosco bene, anche loro vengono da Roma, non lontano da dove abito io...

Decidiamo di scendere in direzione di Palombara Sabina e percorrere la strada asfaltata fino a Stazzano. La discesa è veloce, il sentiero è comodo e privo di alcun sasso, in appena un'ora e un quarto siamo a Palombara Sambina. Da qui gli ultimi quattro chilometri su asfalto sembreranno ai miei piedi come crudeltà gratuita...

L'intero giro ci impegna per 19 chilometri in totale e un dislivello di circa 1200 metri. Siamo cotti come zucchine bollite ma tanto soddisfatti. E' un gran giorno questo, recupero ancora una volta gli entusiasmi e la gioia di camminare.

Per questa volta torno a casa con la serenità che anche questa volta ho dato il meglio di me stesso. Non importa dove arrivi! Importa da dove sei partito e quanto impegno chi hai messo!

Informazioni aggiuntive

Letto 2468 volte Ultima modifica il Martedì, 22 Luglio 2014 08:42
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, esperto in siti web per odontoiatri. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

http://plus.google.com/106984534904409006161

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscrizione Newsletters