Venerdì, 22 Giugno 2012 14:51

Alpinisti Sottaceto - Manuel Lugli

Lo abbiamo comprato, si “Alpinisti Sottaceto” è un libro che racchiude in se tutta la potenza di un pacchetto di caramelle alla frutta.

Le caramelle sono brevi mini-grafie di alpinisti più o meno noti al grande pubblico. Quando ci metti le mani sopra non sai da quale caramella iniziare, già, perché sai che tutti i gusti sono buoni.

Pubblicato in Letteratura di Montagna

Un manuale rivolto all'escursionista e all'alpinista che da tempo mancava nel panorama editoriale, un utilissimo strumento per osservare e comprendere il paesaggio fisico delle "terre alte".

Un' analisi attenta e scientifica frutto di anni di studi, di attività professionale ma soprattutto di frequentazione e di esplorazione delle Alpi.

Pubblicato in Manualistica
Mercoledì, 13 Giugno 2012 00:00

Leggende dei Monti Sibillini

Il libro edito da Edizioni “Voced del Santuario Madonna dell'Ambro” (Montefortino AP) è giunto già alla sua 5a ristamapa.

Il prezzo di € 8,00 sembra un costo più che sostenibile per un testo di notevole valore che suscita curiosità prima di tutto e numerose risposte in un secondo momento.

I Monti Sibillini è un gruppo montuoso che già dal nome la racconta lunga sulle leggende che intorno ad essi si sono raccolte.

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Mercoledì, 13 Giugno 2012 14:43

Dolomiti, giorni verticali di Stefano Ardito

Tutte le storie hanno un inizio e una fine, dei protagonisti, uno sfondo. Questo libro ne racconta una che si dipana per un secolo e mezzo, dagli ultimi giorni dell'estate 1857 alla primavera del 2007.

Basta uno sguardo ai protagonisti del primo e dell'ultimo capitolo per scoprire quanto gli anni del Risorgimento e della rivoluzione industriale siano lontani da quelli della globalizzazione e di Internet.

Pubblicato in Letteratura di Montagna

"I 2000 dell'Appennino" di Alberto Osti Guerrazzi è molto più di un libro, è un progetto comune, un sentire comune, un legame trasversale che ci lega tutti con metafisiche stringhe di passione per la montagna.

La nuova edizione presenta delle variazioni rispetto alla prima, intanto la copertina, al tatto ruvida da una sensazione piacevole di maggior corposità del libro che comunque non ne avrebbe bisogno per via delle sue 318 pagine. E' stato ridotto lo spazio per le carte geografiche che in parte potrebbero risultare superflue e troppo poco dettagliate per un uso corretto.

Pubblicato in Guide Escursionistiche
Martedì, 12 Giugno 2012 14:56

Sicurezza in Montagna di Tombini e Machetto

Spesso i manuali tecnici di montagna sono noiosi e ripetitivi, tanto da allontanare anche i lettori più assidui, invece sfogliando le pagine di questo libro ci si ritrova piacevolmente immersi e all’improvviso ci si scopre attratti anche dalle nozioni più tecniche sui materiali.

È ovvio che alcuni argomenti siano trattati a grandi linee e meriterebbero maggior spazio...

Pubblicato in Manualistica

Chi ama la montagna e ha figli conosce il desiderio di condividere e mettere insieme le due grandi passioni della propria vita.

Ai figli si vuole lasciare qualcosa di meraviglioso, qualcosa che conti fosse anche solo il ricordo di una giornata di felicità familiare trascorsa nella natura. Spesso però chi ha voluto portare i propri figli in montagna...

Pubblicato in Guide Escursionistiche

Il libro… quello che ho scritto, non è e non vuole essere una biografia di un forte alpinista, a mio avviso il “più forte” che il centro Italia abbia mai avuto.

Il fatto che io abbia scalato molto con lui e averci condiviso lunghi periodi in situazioni molto difficili, come puo’ esserlo una scalata in Patagonia o ...

Pubblicato in Letteratura di Montagna

Ci sono dei libri che non godono di una particolare bellezza stilistica sotto il profilo della composizione linguistica.
Probabilmente il testo ha una cadenza ritmica frettolosa e la musicalità dei suoni può sembrare dissonante. Specie fra le prime pagine si ha l'impressione di inciampare come se la punteggiatura fosse errata (non lo è)....

Pubblicato in Letture per Ragazzi

Mettersi un giorno gli scarponi in Piazza San Pietro e avviarsi per stradine di campagna e sentieri a scoprire 200 chilometri di Italia “minore”, dove vedere perllegrini con lo zaini in spalla non è ancora divenuto un'abitudine.

Da Roma as Assisi senza ricalcare che a tratti le antiche Vie, ormai trasformate per lo più in roboanti strade a quattro corsie, per un itinerario inedito, rivelatosi passo dopo passo in quattro lunghi anni, grazie al paziente lavoro sul territorio fatto dai volontari.

Pubblicato in Guide Escursionistiche
Pagina 2 di 4