Mercoledì, 30 Maggio 2012 14:32

Rotti e Stracciati - Aria di Roma sulle cime

Per coloro che l'alpinismo lo sognano vivendo e lavorando a Roma "Rotti e Stracciati" ha una valenza particolarmente forte. A Roma dove le montagne più vicine sono il Gran Sasso, il Velino, l'alpinismo non è veramente una tradizione per così dire... popolare.

Direi anzi del tutto "impopolare". Quando a Roma racconti che vai in montagna, a faticare o a praticare alpinismo molti ti guardano strano, la maggior parte non sa neppure cosa significhi, tutti ti credono pazzo ed irresponsabile.

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Mercoledì, 09 Maggio 2012 08:19

Psycho Vertical di Andy Kirkpatrick

Bello, bello, bello.... che dire di più di un libro scritto bene, ragionato meglio?

Ma soprattutto scritto in modo coinvolgente caratteristica, quest'ultima, che se non ce l'hai non te la puoi dare.

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Mercoledì, 15 Febbraio 2012 08:52

Magnificat di Gianni Vattimo

Facile accostare la filosofia, o la ricerca filosofica alla “montagna”, spesso chi va in montagna già di per se sta facendo una qualche ricerca di “senso” del proprio esistere.

Nel suo libro “Magnificat” Gianni Vattimo, il filosofo che ha saputo leggere nella nostra modernità, apparentemente forte, la fragile e la indeterminatezza del “pensiero debole”.

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Lunedì, 19 Novembre 2007 00:00

In Su e in Sé - Alpinismo e Psicologia

Il libro analizza alcune tematiche dell’alpinismo in chiave psicologica.

In su, parte fondamentale dell’alpinismo, si riferisce alla verticalità, al raggiungere la vetta. Ma non solo! Ci si riferisce anche al versante: cioè a tutto quello che si frappone fra la partenza e l’arrivo che materializza quella che è la “montagna ideale”.
In sé, oggetto prevalente della psicologia, si riferisce all’equilibrio interiore, psichico ed emotivo.

Pubblicato in Manualistica
Lunedì, 19 Novembre 2007 00:00

Sicurezza e Prevenzione in Escursionismo

 

Esiste un mondo di piccoli editori ai quali spesso non si da sufficientemente credito. Probabilmente neppure le piccole fiere del libro non danno sufficientemente spazio a quei libri di cui spesso si stente il bisogno.

Nel giugno del 2005 “L’Escursionista Editore” ha lanciato una straordinaria collana: “I Manuali dell’Escursionista” di cui difficilmente troviamo i volumi presso le librerie delle nostre città. Una collana che colma una lacuna nel panorama editoriale della manualistica specializzata.

Pubblicato in Manualistica

Nato in cima a una cava e adolescente ai tempi in cui il lavoro nel Regno Unito scarseggiava, Paul Pritchard rappresenta lo scalatore disoccupato per antonomasia, colui che viveva di scalate finanziandosi con gli assegni di disoccupazione.

"Penso che l'incidente sia la cosa migliore che mi sia capitata, perché mi ha proiettato in una vita
diversa: ho perfino pensato di aver cercato di proposito l'incidente, anche se in maniera inconscia, per evitare una vita noiosa, non volendo diventare come molti altri miei compagni alpinisti".

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Domenica, 16 Ottobre 2011 15:26

L'ossessione dell'Eiger - John Harlin Jr.

Viene da pensare a quello che Elio Vittorini disse a Cesare Pavese quando ricevette da questi Paesi Tuoi. Era il giugno del 1941 e Vittorini disse all’uomo officina della Einaudi che occorrevano tre o quattro libri così all’anno per sfatare tutti quei pregiudizi secolari  posti alla base dei falsi libri.

Se c’è un libro di montagna bello ed assoluto, per l’anno 2008, è questo. La storia di John Harlin e della sua famiglia narrata in prima persona dal figlio Junior.
Pubblicato in Letteratura di Montagna
Martedì, 20 Maggio 2008 02:00

Sulle tracce di pionieri e camosci

belluno_72_base_7Questo lavoro, durato sette anni, è un omaggio al territorio del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, che l'autore ha eletto a sua seconda casa.

Un ambiente che conserva ancora angoli di natura selvaggia, unici nel loro genere, con itinerari remunerativi e di grande soddisfazione per chi ha ancora voglia di avventurarsi ricercandone i percorsi, seguendo le tracce dei camosci...

Pubblicato in Guide Escursionistiche
Giovedì, 13 Ottobre 2011 00:00

La via dei lupi di Carlo Grande

La storia di Francois di Bardonecchia vale una vita. Vale davvero averla scritta. E’ una musica per le anime forti, quelle che non si smagano quando la vita ti prende a sassate.

Sembra di leggere quei libri dove i cattivi continuano a vincere. Ed un sentimento di ribellione ti continua a venire al cuore eppure non si vince. Sembra quasi di impazzire. E non sai più dove stia il giusto. Il confine diventa assai labile.

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Lunedì, 19 Novembre 2007 01:00

Appeso ad un filo di seta di Hans Kammerlader

8879726897E’ salito su tredici ottomila e un’infinità di altre cime. Ha affrontato spesso vie estreme e ha rischiato discese temerarie con gli sci dal Nanga Parbat e dall’Everest.

Di se dice di essere ‘malato di montagna’...

Pubblicato in Letteratura di Montagna
Pagina 3 di 4