Gran Sasso in Movimento

Quando in occasione del Quarto Salone della Montagna (tenutosi a Roma il 22 Dicembre 2007) abbiamo incontrato la Dottoressa Daniela Antonini Responsabile Segreteria IMONT siamo rimasti folgorati dalla disponibilità e dalla gentilezza. Molto più stupore ci sarebbe accaduto imparando a conoscere le pubblicazioni del noto Istituto Nazionale della Montagna (Oggi Entre Italiano della Montagna ).

 

Questa volta vogliamo prendere in esame una recente pubblicazione: “Il Gran Sasso in Movimento”, risultati del monitoraggio e degli studi preliminari sulla frana del 22 Agosto 2006 un volume a cura di Massimo Pecci e Gabriele Scarasicia Mugnozza.


Che la ricerca italiana fosse in prima linea nel mondo lo sapevamo ma questo testo ha qualcosa di davvero straordinario. La frana è avvenuta, appunto, il 22 Agosto 2006 il testo è edito settembre 2007. C'è voluto poco più di un anno per realizzare un'opera completa e competente della situazione geologica del Corno Grande.

Fotografie, grafici, tabelle e tutti i risultati di un grande lavoro condotto direttamente sul luogo della ormai notissima frana.

Il testo è corredato addirittura di un CD-ROM nel quale sono raccolti un gran numero di contenuti straordinari: filmati, immagini, appendici e documentazione.

Un altro meraviglioso Quaderno della Montagna distribuito dalla Bononia University Press.

 

Dalla quarta di copertina leggiamo...:

Il nostro Paese non e nuovo a catastrofi naturali di carattere geologico, come la frana del Paretone del Como Grande del Gran Sasso d'Italia del 22 agosto 2006. Tali eventi ci ricordano, fra l' altro, come già che siamo abituati a ritenere più stabile e immobile -la montagna - sia in realtà anch'esso vivo, in movimento. Animati da una nuova sensibilità verso l'ambiente, l'uomo e le complesse relazioni che li legano, l'Istituto Nazionale della Montagna e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, insieme alle Università Sapienza di Roma e "G. d' Annunnzio" di Chieti-Pescara, hanno integrato e coordinato fra loro diverse discipline e competenze, realizzando, immediatamente all'indomani della frana, indagini e rilievi sul campo, ma anche ricerche storiche e d' archivio sulle esplorazioni e gli eventi che hanno interessato, nei secoli, la maggiore cima dell'Appennino. Oggi l'IMONT rende disponibili i risultati delle ricerche con questo volume che, dopo aver delineato l'assetto complessivo del territorio e dell'ambiente che fa da sfondo alla frana, offre una sintesi delle notizie storiche, scientifiche e tecniche relative a eventi analoghi di quell'area, e una panoramica dei contributi che le esperienze alpinistiche possono dare alle attività di monitoraggio. Le problematiche dell'instabilità gravitativa della zona sono state inquadrate nella più vasta dinamica dei processi geomorfologici d' alta quota, utilizzando le più recenti tecnologie per il rilievo sul campo, allo scopo di fornire indicazioni e prospettive utili alla previsione dei rischi e, dunque, alia prevenzione.

Massimo Pecci, Geologo, Ricercatore dell'Istituto Nazionale della Montagna, insegna Glaciologia all'Università degli Studi Roma Tre ed e Istruttore di Alpinismo del Club Alpino Italiano.

Gabriele Scarascia Mugnozza, Geologo, e docente di Geologia Applicata presso la Sapienza Università di Roma.


Informazioni aggiuntive

  • Titolo: Gran Sasso in Movimento
  • Autore: -
  • Editore: Bononia University Press
  • ISBN: 9788873952947
  • Pagine: 152
  • Foto e Illustrazioni: Assente
  • Anno Prima Pubblicazione: 2007
  • Prezzo (Euro): 15,00
Letto 3345 volte
Altro in questa categoria: « Le montagne e l'acqua