Domenica, 03 Dicembre 2017 00:00

Combattere la depressione da soli

La montagna è un luogo difficile, spesso desolato e solitario. Ci mette di fronte a difficoltà fisiche e psicologiche notevoli. Eppure la montagna è in grado di regalarci dei momenti di vera gioia, sensazioni di pienezza che la vita quotidiana nella sua ordinaria monotonia non può darci.

Pubblicato in Psicologia del Montanaro
Lunedì, 26 Agosto 2013 00:00

Ansia in montagna

L'ansia è è un'affannosa agitazione interiore provocata da bramosia o incertezza (definizione del dizionario DeVoto Oli).

Pubblicato in Psicologia del Montanaro

Un’escursione in alta montagna non è come una gita organizzata: il più delle cose che accadranno durante le nostre uscite saranno eventi assolutamente imponderabili.

E’ per questi eventi imponderabili che decidiamo di esplorare fitti boschi, lunghe creste, torri rocciose ed alte vette.

Pubblicato in Psicologia del Montanaro
Giovedì, 14 Giugno 2012 11:26

Trovare i giusti compagni di cordata...

Nessuno ci obbliga di andare in montagna, per questo l’escursionismo e l’alpinismo sono momenti di piacere, di svago e di grande felicità.

Pur sapendo che scalare una montagna in solitaria è un’esperienza intimistica fra le più profonde, capace di regalarci ottimi momenti di riflessione...

Pubblicato in Psicologia del Montanaro

L’emozione di raggiungere una vetta è la massima gratificazione possibile per un alpinista il coronamento dei suoi obiettivi lo scopo del suo esistere.

Il limite fisico della cima di una montagna rappresenta il completamento di un progetto fatto di sacrificio, impegno e volontà che mobilitando energie sia fisiche che mentali.

Pubblicato in Psicologia del Montanaro
Lunedì, 19 Novembre 2007 00:00

In Su e in Sé - Alpinismo e Psicologia

Il libro analizza alcune tematiche dell’alpinismo in chiave psicologica.

In su, parte fondamentale dell’alpinismo, si riferisce alla verticalità, al raggiungere la vetta. Ma non solo! Ci si riferisce anche al versante: cioè a tutto quello che si frappone fra la partenza e l’arrivo che materializza quella che è la “montagna ideale”.
In sé, oggetto prevalente della psicologia, si riferisce all’equilibrio interiore, psichico ed emotivo.

Pubblicato in Manualistica
Lunedì, 18 Giugno 2007 01:00

Riflessioni sull'Alpinismo della Rinuncia

Alpinismo della RinunciaNon siamo i primi a parlarvi di un alpinismo della "rinuncia", sicuramente non siamo i primi ad aver coniato questa locuzione interessante.

R. Messner ha teorizzato per primo questo approccio alpinistico marcatamente spartano.