In Su e in Sé - Alpinismo e Psicologia

Il libro analizza alcune tematiche dell’alpinismo in chiave psicologica.

In su, parte fondamentale dell’alpinismo, si riferisce alla verticalità, al raggiungere la vetta. Ma non solo! Ci si riferisce anche al versante: cioè a tutto quello che si frappone fra la partenza e l’arrivo che materializza quella che è la “montagna ideale”.
In sé, oggetto prevalente della psicologia, si riferisce all’equilibrio interiore, psichico ed emotivo. Si riferisce anche alla ricerca della strada per l’introspezione, del rapporto fra interno ed esterno, attraverso l’esperienza nel mondo.
L’alpinismo risponde al bisogno di concretizzarsi del rapporto uomo e natura, corpo e ambiente. L’alpinista si muove in una terza dimensione: l’interspazio, rappresentato da ciò che sta nel mezzo: si muove sul versante della montagna, la sente nella sua materialità. Quindi non solo partenza e arrivo, base e vetta! L’esperienza sensoriale, l’esplorazione e la scoperta della materia. Elementi alla base del gioco, dell’arte, della spiritualità e della ricerca di sé; se stessi nel mondo e nel rapporto con gli altri.
Gli autori hanno dato voce a dieci alpinisti, molto diversi fra loro, che hanno risposto al loro invito a raccontarsi. Attraverso il racconto, questi alpinisti hanno potuto trasmettere le loro esperienze, la loro unicità.

… arrampicare per esistere, come se fossimo montagne; per conservare la nostra anima, avendo la loro natura dentro; per vedere come siamo fatti; per cercare il senso della vita; per restare, ancora, con i piedi per terra e la testa fra le nuvole” (Saglio G., Zola C. – In su e in Sé).

Autori:

Giuseppe Saglio, psichiatra, analista propedeuta didatta della Società Italiana di Psicologia Idividuale, docente presso al Scuola di Specializzazione per psicoterapeuti della Società Adleriana Italiana Gruppi e Analisi, è responsabile del coordinamento di un Centro di Salute mentale in Valsesia da oltre vent’anni. Da tempo frequenta la montagna come alpinista ed escursionista e si è interessato alle componenti psicologiche e antropologiche della cultura di montagna. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Suoi scritti fanno parte della Collana Quaderni di Cultura Alpina di Priuli & Verlucca.

Cinzia Zola, nata e vissuta nella regione dell’Oberland bernese, pratica lo sci alpino, l’arrampicata sportiva e la speleologia. È psicologa e psicoterapeuta, specializzata presso la Società Adleriana Italiana Gruppi e Analisi. Svolge la sua attività professionale presso l’Ospedale di Asti, prevalentemente nell’ambito di adolescenti e adulti con disturbi alimentari. Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche.

 

Indice del Libro:

7    Prefazione di Enrico Camanni
11    Introduzione di Giuseppe Saglio

La mente degli alpinisti: parlare, rappresentare, immaginare di Giuseppe Saglio

26    Ragione e scienza: l’inizio della passione
32    Esplorazione: alla scoperta dello spazio incognito
39    Rèverie romantiche: l’estasi ed il sublime
45    Eroismo: l’umano come se fosse il divino
51    Imprese e spedizioni: la mitologia della vetta
59    Altezza e verticalità: la vertigine della mente
67    Spiritualità: il culto del mistero
75    leggerezza e pesantezza: un salto nel cielo
82    Movimento ed staticità: camminare con la testa e pensare con le gambe
89    Estetica ed espressione: il disegno delle idee
94    Ricerca interiore: la voce ed il silenzio dell’anima
100    Sport, competizione e primati: la verifica del limite
104    Gioco, rischio e avventura: l’apprendimento dell’esistenza
109    Utile ed inutile: la revisione dei bisogni

Alpinismo e psicologia individuale: dall’esperienza alla conoscenza di Cinzia Zola

117    Il sentimento d’inferiorità e l’aspirazione della superiorità
124    La volontà di potenza (o sentimento di autoaffermazione) e il sentimento sociale
131    Le finzioni e le mete fittizie
136    Lo stile di vite ad il Sé creativo

La voce degli alpinisti: fare, pensare, raccontare di Giuseppe Saglio e Cinzia Zola

145    Giovanni Bassanini
156    Cristian Brenna
166    Pietro Dal Prà
183    Alessandro Gogna
196    Luisa Iovane
204    Cesare Maestri
211    Andrea Mellano
223    Nives Meroi
231    Enrico Rosso
241    Giovanni Turcotti

Monti analoghi e alpinismo analogico di Giuseppe Saglio

263    Il dentro ed il fuori
265    L’intermedietà
269    La stanza dei giochi
271    Lo spazio analogico
276    La montagna come terapia

Bibliografia

Informazioni aggiuntive

  • Titolo: In Su e in Sé - Alpinismo e Psicologia
  • Autore: Autori Vari
  • Editore: Priuli & Verlucca, Editori – Ivrea (Torino)
  • ISBN: 9788880683506
  • Pagine: 297
  • Foto e Illustrazioni: Assente
  • Anno Prima Pubblicazione: 2007
  • Prezzo (Euro): 14,50
Letto 7014 volte