Escursione alla Cascata di Zompo lo Schioppo

Scritto da Venerdì, 01 Giugno 2012 00:00

Premessa: un percorso che si sviluppa all'interno della Riserva Natuale di Zompo lo Schioppo accessibile a adulti, bambini ed anziani che abbiano ancora buona mobilità. Nessuan difficoltà di orientamento. Un piecevole percorso con possibilità di pic nic.

L'incertezza rimane quella di parlare più della cascata o più della Riserva Naturale di Zompo lo Schioppo (vedi sito wbe) in se. Tuttavia l'una non vive senza l'altra. Non ci sarebbe riserva senza la meravigliosa cascata di Zompo lo Schioppo. Non ci sarebbe natura tanto rigogliosa se questo versante dei Monti Ernici non fosse così intriso di acqua.


Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare:

    Sa Sora o da Avezzano si percorre la SS690, si esce dalla superstrada per raggiungere l'abitato di Morino. Qui si attraversa il paese e si prosegue seguendo le indicazioni fino alla cascata. In prossimità di un campeggio si risale una stradina un po' disconnessa fino ad una ampio e comodo parcheggio. Qui si lascia la vettura per proseguire a piedi.

  • Descrizione Percorso:

    La cascata di Zompo lo Schioppo è la seconda più alta dell'appennino centrale con i suoi 80 metri di caduta superata dalla sola e più maestosa cascata delle Marmore. Questa si trova nel versante orientale dei monti Ernici proprio sotto le boscose balze del Monte Pozzotello e del Monte Crepacuore. Poco distante il paesaggio sui monti Simbruini, spicca con tutta la sua maestosità il Monte Viglio.

    La riserva nella quale si trova la cascata (Riserva Naturale Zompo lo Schioppo) si trova all'interno del comune di Morino in provincia dell'Aquila, incassata nella profonda Valle Roveto è facilmente raggiungibile sia da Sora che da Avezzano.

    In prossimità della cascata la riserva è stata attrezzata con un parcheggio per le auto e due ampie aree pic-nic dove poter trascorrere una felice giornata immersi nella natura.

    La caratteristica di questa cascata è la sua stagionalità per cui solitamente se ne consiglia la visita in primavera con il discioglimento delle nevi presenti in alta quota, quando le falde sono ancora piene.

    La cascata infatti, durante l'estate perde il suo vigore ed in particolare può accadere che in caso di scarsità d'acqua rimangano attive solo le cascatelle secondarie (“le monache”), più piccole, situate a quote più basse.

    Quello che colpisce di più di quest'area naturale è la costante presenza di acqua su tutto il versante. Il percorso ad anello di visita alla Riserva permette di incontrare numerosi ruscelli e fonti di acqua. Bellissima e suggestiva l'escursione durante la primavera che regala, oltre all'aqcua abbondante, una varietà caleidoscopica di colori.

    Un luogo particolarmente adatto alle escursioni con i bambini, un giro di appena 2 chilometri non molto impegnativo e di enorme soddisfazione.

  • Varianti e Alternative:

    Nessuna variante possibile su percorso obbligato.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Anello
  • Difficoltà: T = Turistico
  • Note su Impegno e Difficoltà: Adatto ad Adulti e Bambini.
  • Adatto ai Bambini: Fascia 5-7 anni
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 4
  • Lunghezza (Chilometri): 2
  • Dislivello Lineare: -
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 130
  • Cime o Quote Raggiunte: -
  • Luoghi Particolari:

    -

  • Centri Visita e Strutture Ricettive:

    -

  • Condizioni della Segnaletica: Sentieristica e contrassegni di sentiero visibili e ben manutenzionati.
  • Bibliografia:

    -

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Escursione alla Cascata di Zompo lo Schioppo in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 11084 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Settembre 2018 14:01

Video

{YouTube}
{/YouTube}
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.