Venerdì, 17 Agosto 2012 15:14

Monte Forcone, Marsicano e Monte Ninna

Premessa: Da qualunque parte si decida di salirla questa montagna va guadagnata dall'inizio alla fine. Il dislivello è imponente, l'esposizione al solo è costante. Il Monte Forcone non è una cima esteticamente interessante, la via di salita a questa cima si svolge sul paginone meridionale, monotono ma anche la via più immediata per raggiungere la sua vetta.

Caratteristiche del tracciato: Nella parte bassa del percorso il sentiero presenta dei problemi di orientamento specie considerato ai margini del bosco. E' facile in questa zona confondere le tracce del bestiame con quelle degli escursionisti. Il resto del tracciato è piuttosto semplice ed è possibile seguirlo intuitivamente guardando alla cima.

Pubblicato in Monti Marsicani
Venerdì, 17 Agosto 2012 00:00

Monte Aquila - Anello Escursionistico

Premessa: Il Monte Aquila è una cima che, se conquistata durante l'inverno, con una copertura nevosa adeguata può regalare fortissime emozioni e paesaggi di vera alta montagna. Non è certo una montagna altissima (rispetto alle cime circostanti) e tecnicamente affatto difficile. Il giro escursionistico qui proposto rimane comunque degno di nota per impegno fisico.

Caratteristiche del tracciato: L'anello si svolge in parte su sentiero in parte su strada. Nei mesi invernali quando la neve copre i sentieri il percorso è individuabile dalla linea di cresta del Monte Portella e del Monte Aquila. Solo in caso di nebbia sulla sella del Monte Aquila sussiste la concreta possibilità di perdersi.

Pubblicato in Gran Sasso
Mercoledì, 15 Agosto 2012 19:27

La Cimetta (2266 m) per il Vado di Ferruccio

Premessa: La Cimetta (2266 m) è una piccola vetta che si trova a Nord del Monte Prena. Si tratta, invero, non tanto di una cima come vorrebbe il suo nome ma di un promontorio contrafforte lo stesso Monte Prena. Un contrafforte che osservato dal Vado di Ferruccio è chiaramente definito, quasi un massiccio a se stante. Considerare “La cimetta” una vetta vera e propria dell'appennino evidentemente non si è tenuto conto della sua posizione e dimensione ne tanto meno il dislivello da una vicina sella. Nessuna sella divide il Monte Prena da questa cima. Quello che evidentemente fa considerare la Cimetta una vetta a se stante deve necessariamente essere da una parte la ragione storica e dall'altra la ragione topografica.

Interessantissimo il panorama sulle Torri del Casanova, sul versante Nord del Monte Prena e sul Monte Camicia ed il prominente ed evidentissimo Dente del Lupo.

Caratteristiche del tracciato: Il sentiero per raggiungere il vado di Ferruccio è chiarissimo e non ci sono possibilità d'errore. Dal Vado di Ferruccio si sale ai Piani d'Alburno ed è qui che qualche piccola perplessità può sopraggiungere nel percorrere il crinale. Complessivamente rimane comunque un'escursione semplice.

Pubblicato in Gran Sasso
Lunedì, 13 Agosto 2012 12:31

Cima Wojtyla e Cresta delle Malecoste

Il week-end si stava mettendo male... probabilmente me ne sarei andato in solitaria a caccia di qualche vetta mai raggiunta. Ma la montagna in solitaria ha un suono che ormai non mi piace più: è il suono egocentrico dei miei pensieri.

Maurizio T. mi contatta sperando nella possibilità di un'uscita in montagna... perché di stare fermi non se ne parla.

Lunedì, 13 Agosto 2012 06:53

Cresta del Malecoste da Campo Imperatore

Premessa: Sulla via di salita alla vetta del Malecoste (2444 m) è facile incontrare escursionisti inesperti, atleticamente poco preparati e che spesso hanno scarsa familiarità con la montagna. Questo percorso, benché segnalato per escursionisti esperti rimane un percorso alpinistico con punti la cui difficoltà può arrivare al II grado, è necessario valutare gli appoggi e muovere con cautela un appoggio dopo l'altro. La cresta è notevolmente aerea e sconsigliata agli escursionisti con problemi di vertigini.

Caratteristiche del tracciato: Il sentiero è perfettamente tracciato, solo due sono i punti in cui si può avere qualche dubbio sulla via da seguire ma non esistono concrete possibilità di perdersi.

Pubblicato in Gran Sasso

Premessa: Un percorso insolito ed alternativo che può dare grandi emozioni, ripetibile in estate come a fine inverno. Il canalone dei Mezzi Litri è una classica dello scialpinismo ma in presenza di neve e inaccessibilità del passo di Forca di Presta è una valida alternativa ramponi-e-picozza per salire alle cime del Monte Vettore, Cima del Lago e Punta di Prato Pulito.

Caratteristiche del tracciato: Non ci sono segni di sentiero, nessun bollino segnaletico ne un tracciato definito, quello che possiamo consigliare in questa scheda tecnica di percorso è un percorso di massima che si svolge in un ambiente non troppo ampio. Bellissimo il panorama sui vicini mo Monti della Laga.

Pubblicato in Monti Sibillini
Mercoledì, 11 Luglio 2012 08:18

Rifugio Massimo Rinaldi al Monte Terminilletto

Il Rifugio Massimo Rinaldi è collocato sulla cima del Monte Terminlletto a quota Mt. 2108, si può agilmente raggiungere a piedi dal comodo sentiero che sale da località Rialto o per mezzo della Seggiovia sempre nella stessa località.

Per un rifugio così importante dispiace solamente che rimanga aperto poco più di un mese all'anno...

Pubblicato in Rifugi Gestiti
Mercoledì, 11 Luglio 2012 07:06

Cupi: un borgo di 15 abitanti...

Sulla strada che conduce dal Santuario della Madonna del Macereto si prosegue, costeggiando il santuario in direzione per Cupi. Si tratta di un piccolo paesello che si incontra in modo obbligatorio andando in direzione di Fiastra. Il sentiero del grande anello dei monti sibillini prevede una sosta al Rifugio di Cupi.

Il posto ha un fascino particolare per raggiungerlo si costeggiano ampi boschi di conifere che danno a questo angolo di montagna morbida e tondeggiante un sapore di montagna d'alta quota.

Pagina 3 di 6