Riflessioni e pensiero...

Un ricordo per Daniele Nardi dolorosamente scomparso dal 24 Febbraio 2019 sulle pendici del Nanga Parbat.

Le nostre dell'Appennino sono montagnette. I rilievi sono morbidi e raramente costituiti da pareti estreme e scoscese. I versanti Nord del Corno Grande del Monte Camicia i versanti nord del Sirente sono tutti molto ripidi ma nulla di paragonabile a quello che possono essere le Alpi o le Dolomiti. L’Appennino non è minimamente paragonabile alle grandi montagne dell’Himalaya. Non stiamo parlando di cime estremamente elevate parliamo di rilievi che si aggirano prevalentemente intorno ai 2000/2500 m di quota in media.

Prima la sali, la cima sembra appartenerti... come tutto il mondo circostante. In cima alla montagna il panorama raccolto in un solo sguardo sembra essere sotto i tuoi piedi. Ti senti pieno dell'impresa, forte di te stesso.
Poi...

Sulle strade dell'alpinismo, dello scialpinismo, dell'arrampicata sportiva incontriamo troppo raramente donne e ragazze che praticano con passione queste discipline. Più frequente invece incontrare qualche volenterosa del gentil sesso che si impegna su lunghi percorsi escursionistici.

Il collezionismo di cime in Appennino è una attività orma non troppo recente. Sono passati molti anni dalla comparsa del primo sito costruito su un dominio di 3 livello. Il Club 2000m contava poche decine di associati e pochi ne conoscenvano l'esistenza. Ma come è iniziata questa avventura che ha portato centinaia di escursionisti a collezionare le cime dell'Appennino?

logo_aria_sottileSe hai vissuto l'esperienza entusiasmante della montagna, di un'escursione coinvolgente, hai provato la soddisfazione della stanchezza fisica, l'ebrezza di un panorama inaspettato... coinvolgi i tuoi amici... manda loro una mail... condividi su Facebook questo articolo e di ai tuoi amici di condividere questo progetto.

Ma non fermiamoci a condividere, diamoci appuntamento in montagna... affolliamo i rifugi... popoliamo i borghi, camminiamo i sentieri in compagnia di chi in montagna non c'è mai stato... 

C'è qualcosa di magico nei progetti editoriali delle case editrici che si occupano di montagna. Per mesi mi sono ritrovato a stupirmi continuamente ad ogni pubblicazione, ad ogni nuovo libro o rivista immessa sul mercato. L'aura di meraviglia che circonda la letteratura di montagna ...