Sentieri Francescani da Chiusi della Verna

Scritto da Alessandro Benazzi Giovedì, 24 Aprile 2014 19:49

Premessa: La prima parte dell’itinerario ricalca il tragitto che la tradizione vuole sia stato percorso da S. Francesco, tornando ad Assisi da La Verna, nel settembre del 1224. Una breve variante, subito dopo la partenza, consente di visitare alcune località di interesse storico-ambientale, ma  la parte più interessante è il passaggio all’Eremo della Casella. Qui il Santo rivolse l’ultimo saluto al Sacro Monte della Verna. L’escursione ha degna conclusione al Santuario della Verna, raggiungibile da Casina dell’Alpe con una facile traversata di poco più di mezza giornata. Avendo a disposizione qualche ora di tempo, è possibile visitare il santuario e compiere un breve giro ad anello sul Monte Penna, prima di ritornare a Chiusi della Verna

Caratteristiche del tracciato: escursione piuttosto lunga ma di moderato impegno fisico, senza alcuna difficoltà tecnica. Acqua disponibile in più punti lungo il percorso. Richiesta normale attrezzatura da escursioni di media difficoltà.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare: Chiusi della Verna si raggiunge dalla superstrada E45 (uscita Pieve Stefano) e dalla SS71 in corrispondenza di Bibbiena o di Rassina.
  • Descrizione Percorso:

    1° giorno:      
    Chiusi della Verna (m. 970) – La Rocca (m. 930) – La Pietra (m. 885) – SP 54 (m. 870) – Inn. GEA (m. 875) - Croce al Varco (m. 1090) – Eremo della Casella (m. 1260) – Sgolo dei Rogai (m. 1155) – Rif. Casina dell’Alpe (m. 970)
    Dal centro di Chiusi della Verna si scende alla Fonte Campari per il sent. 50–GEA, e lo si abbandona subito per il sent. 044; si raggiungono le borgate La Rocca e La Pietra, caratterizzate da alcune case molto ben ristrutturate. Attraversata la SP 54, si segue il sentiero 036 per appena 600 metri, fino a ritrovare il sent. 50-GEA; si prende a sinistra e si inizia la salita (5 km) per l’Eremo della Casella. Il percorso, via via più aperto e panoramico, passa per il Poggio dell’Assunzione (m. 1037), per l’importante crocevia di Croce al Varco e per Monte Foresto (m. 1224). Si segue sempre l’itinerario principale sul crinale, tralasciando i vari bivi, fino a raggiungere la stupenda radura dove è posto l’Eremo della Casella; dopo una meritata sosta, si inizia la discesa, seguendo il sent. 50-GEA fino a un importante bivio a q. 1150; si prosegue diritto, lasciando a sinistra la GEA che scende a Caprese Michelangelo. All’importante bivio di Sgolo dei Rogai, si abbandona definitivamente il sent. 50 per il sent. 028; dopo 1 km di discesa, occorre fare attenzione a un altro bivio (m. 1075) dove si prende a destra, dopo una sbarra metallica, il sent. 029. Gli ultimi 2 km di discesa portano a Casina dell’Alpe.
    2° giorno:    
    Rif. Casina dell’Alpe (m. 970) – Pian d’Acero (m. 930) – SP 60 (m. 710) – Molino di Fognano (m. 635) - Bivio sent. 033/034 (m. 850) – Poggio Casale (m. 1015) – La Beccia (m. 975) - Santuario de La Verna (m. 1130) – M.te Penna (m. 1280) - Chiusi della Verna (m. 960)
    Si riprende la strada forestale (sent. 029) per Casa Montefresco (m. 925); si prosegue diritto (sent. 025) fino all’importante bivio poco sopra Pian d’Acero, dove si prosegue a sinistra in discesa, fino ad attraversare la SP60. Si prende il sent. 034, che scende fino al fondovalle del Rassina e al Molino di Fognano. Poco sopra il mulino, una brutta pista di esbosco ha cancellato parzialmente il vecchio sentiero: la si prende a sinistra, oltrepassando una zona caratterizzata da pesanti lavori di taglio (occorre fare attenzione ai segni superstiti); si segue sempre la pista (sent. 034) fino a incrociare il sent. 033. Si svolta a destra, prendendo la larga strada a fondo naturale, con bella veduta a sinistra. Seguendo i segni del sent. 033, si abbandona la strada per ritrovare il sentiero che sale fino a Poggio Casale, per poi scendere decisamente alla località La Beccia. Qui si trovano le indicazioni per l’antica strada di accesso pedonale a La Verna: una ultima ripidissima salita porta finalmente al Santuario.
    Fino a qui sono stati percorsi 12,000 km circa: per il completamento dell’escursione, occorre considerare altri 4 km circa e un paio d’ore in più per compiere l’anello del M.te Penna e per ritornare a Chiusi della Verna..

  • Varianti e Alternative:

    Numerose alternative possibili; consultare la carta escursionistica “Fra Arno e Tevere” - Scala 1:25.000 - ed. Selca – Firenze 1998 con guida dei sentieri allegata.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Traversata
  • Difficoltà: Dato Non Disponibile
  • Note su Impegno e Difficoltà: Medio impegno fisico, escursionista abituale. Escursione piuttosto lunga ma senza difficoltà tecniche; comode strade forestali e larghi sentieri di crinale. Tempi di Percorrenza 1° giorno: 6 ore 1/2 2° giorno: 6 ore
  • Adatto ai Bambini: Non Adatto ai Bambini
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 12
  • Lunghezza (Chilometri): 33
  • Dislivello Lineare: -
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 1160
  • Cime o Quote Raggiunte: Eremo della Casella (m. 1260); Monte Penna (m. 1280)
  • Luoghi Particolari:

    Eremo della Casella e La Verna.

  • Centri Visita e Strutture Ricettive:

    Rifugio Casina dell’Alpe, alberghi e ostelli a Chiusi della Verna; centro visite e punto informazioni turistiche “La Podesteria” di Chiusi della Verna.

     

  • Condizioni della Segnaletica: Sentiero ben segnato (segnavia CAI bianco-rossi); segnaletica carente nel tratto a monte del Molino di Fognano.
  • Bibliografia:

    Fra Arno e Tevere - scala 1:25.000 - ed. Selca – Firenze 1998 con guida dei sentieri allegata.

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso: Mappa non disponibile
Letto 5885 volte