Gruppo Escursionistico

Risultati della ricerca per: gola
Giovedì, 21 Giugno 2012 00:00

Alpinismo

L'alpinismo è un'attività sportiva che prevede l'ascesa di montagne ricorrendo a tecniche specifiche. Può essere praticato su ghiaccio, neve e roccia o su itinerari misti.

Tale disciplina prende il nome dalle Alpi rimandando ai primi tentativi di scalata delle sue vette più alte.

Per alcuni l'alpinismo è considerato una vera e propria arte, perché ogni ascesa vien vista come un'opera personale e un'esperienza irripetibile.

La nascita dell'alpinismo è fatta risalire all'8 agosto del 1786. Per la prima volta Gabriel Paccard e Jacques Balmat scalarono il Monte Bianco per misurare temperatura e pressione atmosferica della vetta alpina e per esplorarne le zone ancora sconosciute.

In questo periodo le spedizioni alpinistiche venivano sovvenzionate dai ceti benestanti ed avevano quasi sempre scopi scientifici. Solo in un secondo momento l'alpinismo viene associato al piacere della scoperta e della competizione.

In particolare già la scalata del Cervino da parte di Edward Whymper (1865) presentava molte delle particolarità tipiche dell'alpinismo sportivo attuale, caratterizzato dalla voglia di sfidare alte montagne e di gareggiare con cordate di nazionalità diverse.

La filosofia che sta alla base dell'alpinismo prevede il superamento delle difficoltà che si presentano ad ogni scalata. Queste possono essere legate alla natura del terreno o alle caratteristiche ambientali di un determinato territorio.

Il grado di difficoltà di ogni ascesa varia a seconda della stagione in cui avviene la scalata e dal tipo d'ambiente che si sceglie di affrontare. Anche le tecniche da adottare cambiano a seconda di tali fattori.

Ogni alpinista, prima di iniziare una scalata, deve essere consapevole delle proprie abilità tecniche e del grado di difficoltà che contraddistingue la vetta. Risulta comunque difficile classificare in modo definitivo ogni singola via alpina, in quanto sono da tener presenti, ogni volta, le capacità dello scalatore e fattori oggettivi variabili (le condizioni atmosferiche).

Nell'alpinismo e nella disciplina dell'arrampicata esistono scale di difficoltà diverse, che variano di nazione in nazione e sono adottate convenzionalmente per prevenire situazioni spiacevoli in cui potrebbe trovarsi l'esploratore.

Giovedì, 21 Giugno 2012 07:50

Portella

Se per pragmatismo si intente una conoscenza del reale e capacità di intervento sulla realtà stessa allora questo manuale ne è certamente pieno.

Ed anche se la missione di un manuale è quella di aiutare a sviluppare un particolare senso pratico verso una disciplina allora certamente questo manuale raggiunge sicuramente il suo scopo.

Pubblicato in Manualistica
Giovedì, 14 Giugno 2012 00:00

Accessori per "vie ferrate"

Caschetto, guanti e moschettoni di rinvio sono accessori imprescindibili per percorrere in sicurezza una via ferrata, anche quei casi in cui si creda di affrontare un percorso già noto e di (presunta) modesta difficoltà tecnica.  

Giovedì, 14 Giugno 2012 11:26

Trovare i giusti compagni di cordata...

Nessuno ci obbliga di andare in montagna, per questo l’escursionismo e l’alpinismo sono momenti di piacere, di svago e di grande felicità.

Pur sapendo che scalare una montagna in solitaria è un’esperienza intimistica fra le più profonde, capace di regalarci ottimi momenti di riflessione...

Pubblicato in Psicologia del Montanaro
Mercoledì, 13 Giugno 2012 13:29

Racchette da neve o ciaspole (Parte II)

Le racchette da neve ci consentono di camminare su percorsi innevati là dove probabilmente non potremmo procedere in altro modo.

Esistono situazioni in cui camminando senza ciaspole, benché sia presente una crosta superficiale congelata, in alcuni punti, può rimanere il rischio di sprofondare tanto da rendere la progressione lenta e faticosa, visto il continuo sforzo per tirarsi fuori dalle buche e dagli avvallamenti. In altre circostanze l'eccesso di neve farinosa può addirittura compromettere l'escursione e neppure le ciaspole risultano essere sufficienti a superare l'inconveniente (ma la montagna è anche questo).

Mercoledì, 13 Giugno 2012 00:00

Le nubi

Le nubi: una massa d'aria umida  che  si innalza,  diminuisce progressivamente la sua temperatura e quindi la sua  capacità di contenere vapor d'acqua, fino ad arrivare  al limite di saturazione.

Raggiunto tale limite l'acqua in eccesso è espulsa sotto forma di nebbia, nubi, pioggia, grandine, neve.

Pubblicato in Meteorologia
Martedì, 12 Giugno 2012 17:11

Formazione dei venti

L’atmosfera è un corpo gassoso nel quale,  oltre alle molecole di gas, sono  sospese
molecole di acqua sottoforma di vapore. L’atmosfera è sottoposta  all’irraggiamento solare che, nel corso  del giorno e delle stagioni, ne muta la temperatura. Giacché l’atmosfera si comporta come  qualsiasi altro corpo gassoso essa è soggetta a variazioni di pressione le quali sono  in stretta relazione con la temperatura.

Pubblicato in Meteorologia
Martedì, 12 Giugno 2012 00:00

Abbigliamento per le escursioni estive

L'escursionismo estivo differisce notevolmente dall'escursionismo invernale non solo per le condizioni del terreno (presenza di neve o ghiaccio sul percorso) ma anche per le condizioni climatiche.

In estate, fatta eccezione per particolari perturbazioni temporalesche, nelle giornate di sole intenso e di caldo torrido, quando la città diventa invivibile in Appennino si possono trovare località dove è piacevole trovare temperature più miti.

Pagina 5 di 9